Salute

Perché per l’Ibuprofene 600 è necessaria la ricetta e per i dosaggi da 200 e 400 no?

Proprio per via del dosaggio: 600 mg di Ibuprofene, in una sola compressa, vanno prescritti dal medico.

Nonostante sia uno dei farmaci OTC (Over the counter, ovvero liberamente acquistabili senza ricetta) più noti e venduti al mondo, l’Ibuprofene non è esente da rischi ed effetti collaterali anche importanti. Il sovradosaggio da Ibuprofene può talvolta avere esiti fatali.

L’ibuprofene è metabolizzato dal fegato ed espulso attraverso l’azione dei reni. Il sovradosaggio o l’uso abituale del farmaco può avere pesanti ripercussioni su questi organi.

Dosaggi inferiori, quali 200 e 400 mg, sono autorizzati dall’AIFA come medicinali da banco per automedicazione di piccoli disturbi quali mal di testa, dolori muscolari e articolari, sintomi influenzali lievi e stati infiammatori.

Dosaggi più importanti, come 600 mg, devono essere preventivamente valutati dal medico curante e sono soggetti a prescrizione medica.

Ok, quindi posso prendere 3 compresse da 200 mg così raggiungo i 600 mg?

Volendo puoi, certo. Puoi anche decidere di bere candeggina per: “vedere l’effetto che fa” (cit.). Ma NON significa che questa sia la scelta migliore che puoi fare.

Considera che negli adulti il dosaggio massimo consigliato di ibuprofene è di 1200 mg / giorno (dose che si ritiene sicura, anche se su alcune fonti potrai trovare 1800 mg / giorno o anche 3200 mg/ giorno).

Infine ricorda che i farmaci da automedicazione non sono caramelle, anche se sono liberamente in commercio: la loro efficacia è accompagnata alla possibilità di effetti collaterali importanti, specie se assunti in dosaggi elevati. Per il comune mal di testa o piccoli disturbi stagionali, inoltre, può essere di aiuto l’omeopatia, in particolar modo per ridurre il consumo sistematico di farmaci di sintesi e migliorare comunque la propria qualità di vita.

ATTENZIONE. Se ritieni che l’entità dei tuoi sintomi sia tale da essere tentato di assumere grandi quantitativi di ibuprofene, è raccomandato rivolgersi quanto prima al tuo medico curante, che valuterà l’opportunità di prescriverti dosaggi più elevati o esami medici per identificare l’origine dei tuoi disturbi.


Domande correlate che potrebbero interessarti...
Vuoi discutere di questa Q&A con i tuoi follower? Condividila sui tuoi Social Network
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments