Varie e curiosità

Come posso riconquistare una donna narcisista?

Fatti una vita. O meglio ancora, una BELLA vita. E ostentala.

La seguente domanda ci è arrivata da un lettore, e la riportiamo di seguito:

Ho recentemente chiuso -non per mia scelta- una relazione con una donna che era chiaramente narcisista. Come posso riconquistarla? Come posso fare sì che senta la mia mancanza e mi cerchi?

La risposta della redazione, che invitiamo tutti a leggere per intero.

Posto che “riconquistare” una narcisista, quando averla persa è in realtà stata la tua più grande fortuna, non è esattamente il migliore degli obiettivi da porsi, ci sono due fatti con cui devi fare i conti:

  1. Tutti, e diciamo proprio tutti, uomini e donne, gay ed etero, abbiamo dei tratti narcisistici della personalità. Nella maggior parte dei casi il narcisismo non è che una delle tante sfaccettature del nostro essere: ci rende unici. Nei narcisisti certi tratti sono dominanti, ma come suol dirsi: “Chi è senza peccato…“;
  2. Negli ultimi anni c’è un po’ la pericolosa e superficiale tendenza (lo dimostrano le centinaia di domande e risposte su Reddit, Quora e Yahoo) a definire “narcisista” qualsiasi persona non corrisponda appieno i nostri sentimenti o non si comporti secondo quelle che sono le nostre aspettative dal punto di vista della relazione. I narcisisti o le narcisiste vere sono infinitamente meno di quanto la consultazione di un forum di discussione potrebbe indurti a credere.

Il narcisismo è un vero e proprio disturbo della personalità.

Il narcisismo, secondo i criteri del The Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders (DSM-5), il Narcissistic personality disorder (NPD – Disturbo narcisistico della personalità) è un vero e proprio disturbo mentale, e solo ed esclusivamente uno psichiatra può diagnosticarlo. Come tutti i disagi della psiche (come anche la depressione) non è di facile identificazione ma, secondo gli standard, un narcisista deve corrispondere ad almeno 5 (cinque) dei seguenti 9 (nove) requisiti:

  1. Senso di presunzione e grandiosità;
  2. Eccessiva ambizione di avere un successo illimitato, potere, carisma, bellezza o amore ideale;
  3. Convinzione di essere “speciale” e unico/a e che pertanto esige di essere associato/a unicamente a altre persone o istituzioni speciali o di alto rango;
  4. Desiderio eccessivo di essere ammirato/a, lodato/a, riconosciuto/a. Parallelamente reagisce in modo eccessivo a critiche o situazioni problematiche, specie se avvengono in pubblico;
  5. Ritiene di avere più diritti di altri (per esperienze, titoli di studio, traumi precedenti, situazioni familiari, storie personali reali/inventate/romanzate);
  6. Ritiene normale sfruttare gli altri per i propri scopi, ovvero approfitta sistematicamente degli altri, materialmente o -più spesso- emozionalmente: il narcisista è un mago del ricatto morale, della manipolazione, dello stimolare senso di colpa nel prossimo;
  7. Manca completamente di empatia (non è capace quindi di porsi in maniera immediata nello stato d’animo o nella situazione di un’altra persona, con nessuna o scarsa partecipazione emotiva);
  8. Invidia gli altri o crede che gli altri siano invidiosi di lui o lei;
  9. Mostra frequentemente comportamenti e atteggiamenti arroganti e altezzosi, che spesso sfociano nell’aggressività verbale, talvolta fisica.

E ribadendo che un narcisista è probabilmente tale SOLO se possiede almeno cinque dei requisiti sopra indicati, pertanto non è al lettore che spetta il diritto di giudicare narcisista una donna che semplicemente non ha ricambiato i suoi sentimenti, qualche consiglio utile e socialmente “safe” lo possiamo dare:

Innanzitutto: fatti una vita.

Se hai pensato, anche solo per un attimo —-tanto da arrivare a scriverci!– che la tua, diciamo, “ex” fosse narcisista, è facile che tu abbia annullato te stesso per lei, esaltando quelli che erano i suoi normali tratti narcisistici. Che hai anche tu. E noi. E tutti.

Non esiste poesia, recriminazione, stalking, piagnisteo, regalo, supplica [e men che meno: atteggiamenti violenti o minacce! – N.d.R.] che potrà riportarla nella tua orbita. Niente. Se non avere, e dimostrare, una vita migliore -da ogni punto di vista- di quella che avevi con lei.

Quindi:

  1. No Contact Zone: Nessun contatto, telefonata, messaggio, se ti è possibile evita anche amicizie incrociate. Ma non bloccarla. Fa sì che, volendo, possa “sbirciare” nella tua vita. E ovviamente: mostra solo le parti migliori della tua vita.
  2. Migliora te stesso. Iscriviti in palestra, a qualche corso che ti aiuti a socializzare con persone nuove, cambia look, rinnova il guardaroba. La narcisista si ciba del tuo essere inferiore a lei. Sii una persona migliore, e ben presto necessiterà del “cibo” che le puoi dare.
  3. (RE)Innamorati di te stesso. Se sei caduto vittima di una —-FORSE—- narcisista, è proprio perché tu per primo non eri abbastanza innamorato di te stesso. Ricorda che le narcisiste sono gelose e invidiose, irrazionalmente, per definizione. Sii tu stesso il primo uomo di cui essere invidiosa.
  4. Quando avrai completato questo make-over della tua persona (e sappiamo bene quanto sarà impegnativo all’inizio)… ostentalo. Gridalo al mondo, pubblicalo sui social, informa amici comuni della tua nuova auto, dei chili che hai perso, della tua nuova cintura griffata Gucci.

A questo punto ti ricontatterà?

Probabilmente sì. Se la tua “ex” era realmente narcisista ti scriverà prima o poi. Ma anche se non lo facesse… a questo punto che te ne frega? Sei un uomo migliore e sei tu a non aver bisogno di lei.

Ma occhio. E’ possibile che tu abbia etichettato come “narcisista” una donna che, semplicemente, non ricambiava i tuoi sentimenti (purtroppo: capita!), e il suo comportamento nei tuoi confronti rifletteva questa mancanza di trasporto nei tuoi confronti.

La vita è tua, e non c’è persona al mondo, narcisista o meno, che possa mettersi in mezzo tra te e la tua felicità.

In bocca al lupo.

Fonte:

La nostra redattrice, Stefania Palazzo, autrice di: “Come sopravvivere ad una donna narcisista: Guida pratica per uomini” si è occupata personalmente della risposta.


Domande correlate che potrebbero interessarti...
Vuoi discutere di questa Q&A con i tuoi follower? Condividila sui tuoi Social Network
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Francesco

Ho letto il libro di Stefania Palazzo sul narcisismo femminile.
Consigliatissimo. Se sei un uomo, e se hai il kindle, non puoi non averlo.